Dichiarazioni del Presidente di Confcommercio Ascom Porretta Terme, Giorgio Merli, sulla frana che ha provocato la chiusura della Strada Statale 64 Porrettana nel tratto Pavana-Ponte della Venturina


 La chiusura completa della Strada Statale 64 Porrettana nel tratto tra Pavana e Ponte della Venturina, causata da un evento franoso nel febbraio scorso, continua a provocare gravi disagi a imprese e cittadini. 
 
Numerosissime, infatti, sono le attività commerciali e di servizio delle frazioni e del capoluogo di Alto Reno Terme che lamentano una drastica diminuzione del flusso di clienti e visitatori provenienti dalla Toscana, soprattutto durante i fine settimana: una diminuzione che ovviamente comporta un consistente calo dei fatturati, con punte del 40% per bar e ristoranti. 
 
Una situazione problematica che, nel contesto dell'Alta Valle del Reno, si somma a criticità evidenti sul versante della competitività del sistema economico, della dotazione infrastrutturale (materiale e immateriale) e delle azioni previste per contrastare fenomeni di dissesto idrogeologico. 
 
Per questa ragione, come Confcommercio Ascom di Porretta Terme, chiediamo ad Anas di accelerare i lavori di ripristino della viabilità e di riaprire il prima possibile quel segmento di Porrettana: è evidente che un territorio sofferente come quello della montagna non possa rinunciare per altri tre mesi ad un collegamento di così grande importanza. 
 
Inoltre, riteniamo che l'Amministrazione comunale e gli enti competenti debbano adottare provvedimenti urgenti di riduzione della fiscalità locale per compensare, almeno in parte, i cali di fatturato delle attività coinvolte dalla chiusura della Statale.

 
 

Società servizi