Novità sulla moratoria e l'allungamento di mutui e leasing

L'Associazione Bancaria Italiana (ABI) e le Organizzazioni di rappresentanza delle imprese, fra cui Confcommercio, hanno recentemente raggiunto un Accordo che consente alle aziende di sospendere o prorogare la durata di mutui e leasing, come segue: 

PER RICHIESTE PRESENTATE FINO AL 31/12/2018:

Le aziende che intendono domandare la sospensione o l'allungamento di mutui e leasing entro il 31/12/2018 possono beneficiare dell'intesa approvata nel 2015 purchè:
* siano piccole e medie imprese (PMI) operanti in Italia, di tutti i settori;
* non abbiano debiti classificati dalla banca come sofferenze, inadempienze probabili o esposizioni scadute o sconfinate da oltre 90 giorni;
* la domanda abbia ad oggetto finanziamenti in essere alla data del 31/3/2015 

Le operazioni di sospensione o proroga che possono essere domandate sono le seguenti:
* sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti a  medio e lungo termine (mutui) , anche se agevolati;
* operazioni di sospensione per 12 mesi per i leasing immobiliari o di 6 mesi per i leasing mobiliari  del pagamento della quota capitale implicita nei  canoni;
* operazioni di allungamento della durata dei mutui;
* operazioni di allungamento a 270 giorni delle scadenze del  credito a breve termine
  
PER RICHIESTE PRESENTATE DAL 1/1/2019 AL 31/12/2020:

In questo caso si applica in nuovo Accordo, che riguarda finanziamenti in essere alla data del 15/11/2018. Le imprese interessate devono rispettare le seguenti condizioni:
* essere piccole e medie imprese operanti in Italia, di tutti i settori;
* non avere debiti classificati dalla banca come sofferenze, inadempienze probabili, scadute, sconfinanti deteriorate;
* L'impresa non ha già ottenuto la sospensione o l'allungamento dello stesso finanziamento nell'arco dei 24 mesi precedenti. 

Le operazioni di sospensione o proroga che possono essere domandate sono le seguenti:
* sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti a  medio e lungo termine (mutui), delle operazioni di c/c  ipotecario con piano di rimborso e dei leasing , anche se agevolati. La sospensione determinerà una traslazione del piano di ammortamento per analogo periodo mentre la quota interessi continua ad essere pagata alle scadenze originarie. Il tasso di interesse può essere aumentato fino a 60 punti base ma solo per eventuali costi per la banca connessi all'operazione;
* operazioni di allungamento della durata dei mutui e di finanziamenti a breve termine, fino al 100% della durata residua del piano di ammortamento nonché operazioni di allungamento a 270 giorni delle scadenze del  credito a breve termine. Il tasso d'interesse può essere aumentato rispetto al tasso originario, ma in linea con i maggiori oneri sostenuti dalla banca per l'operazione medesima e generare una rata di importo inferiore rispetto alla rata originaria. Previa condivisione tra la banca e l'impresa.

Per informazioni e chiarimenti: Confcommercio Ascom Bologna - ufficio Credito: tel. 051/6487602 email: credito@ascom.bo.it

 

Società servizi