Ministero del Lavoro - Stop ai CCNL pirata

L'Ispettorato Nazionale del Lavoro ha chiarito che l'applicazione dei contratti collettivi sottoscritti dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative sul piano nazionale (cosiddetti contratti leader) è la  condizione per il godimento di "benefici normativi e contributivi" e  per individuare il parametro di riferimento ai fini del calcolo della contribuzione dovuta, indipendentemente dal CCNL applicato.
 Le assunzioni con contratto di lavoro intermittente,  a tempo determinato e all'apprendistato sono prive di efficacia se  operate nell'ambito di CCNL privi del requisito della maggiore rappresentatività.
Tale chiarimento è finalizzato  a contrastare il fenomeno del c.d. dumping contrattuale causato da contratti negoziati e sottoscritti da Associazioni sindacali e/o datoriali prive di una reale rappresentatività (cd "pirata"); a tal proposito nella circolare viene data indicazione agli uffici periferici di effettuare apposite azioni di vigilanza

 

Società servizi