Era Bologna...

Conversazioni su Arti ed Artisti che diedero fama alla Città
a cura di Nicoletta Barberini Mengoli
Sede Confcommercio Ascom - Sala dei Carracci - Palazzo Segni Masetti - Str. Maggiore, 23 - Bologna
 
* * * * *
 
Ritorna in terza edizione "Era Bologna...", una serie di incontri che l'anno scorso ebbe un grande successo di pubblico e che, ormai, si avvia a diventare un appuntamento fisso dell'autunno bolognese.
L'intento degli incontri è quello di riscoprire argomenti ed aspetti culturali di Bologna, città che non ha nulla da invidiare ad altre realtà metropolitane italiane. La cultura bolognese nel Seicento e nel Settecento, in particolare, ha rappresentato una base di partenza per l'arte, e Bologna è stata un punto di passaggio e di riferimento per tanti illustri personaggi.
"Era Bologna..." si dipanerà in sei conferenze, sempre di mercoledì alle 17.30, a partire dal 9 ottobre sino al 13 novembre, e si svolgeranno nella suggestiva sala dei Carracci di palazzo Segni Masetti, sede di Confcommercio Ascom (in Strada Maggiore 23). Il presidente Enrico Postacchini ha consentito questa serie di incontri dedicati alla città, per ribadire come dalle nostre grandezze passate e dalla conoscenza delle nostre capacità nell'intraprendere con grande spirito d'iniziativa percorsi inusitati, si possano ricavare stimoli ed incentivi a creare nuove strade per il futuro.
Bologna, che negli ultimi anni sta soffrendo per carenze di idee e per un certo rilassamento, deve ritrovare la forza per rimettersi in gioco. Non saranno questi incontri, di certo, a portare al tanto sospirato risveglio, ma certamente aiuteranno a farci riflettere. Mantenere vivo e difendere il senso di appartenenza ad una città significa anche riprendere e conoscere le nostre radici culturali.
Gli esperti, quasi tutti notissimi docenti universitari, hanno dato gratuitamente il loro fattivo impegno culturale, nella concreta certezza che la cultura nei momenti difficili non debba mai mancare come supporto e guida alle nostre scelte. Anzi, è proprio in queste circostanze che si sviluppa una sensibilità più attenta, e la cultura fa vedere le cose con occhi diversi.
Gli argomenti trattati spaziano da Giorgio Morandi con la sua arte sublime per colore e forme al culto del tempo dei Bentivoglio a Bologna, dall'arte culinaria dei mitici banchetti aristocratici del senatore Ratta nel 1693 ai dipinti di Giotto nella nostra città. Ma ancora per l'ambito dell'architettura si parlerà dei palazzi del Comune e per la ceramica di una famiglia senatoria, l'Aldrovandi, che si è divisa tra l'arte e la politica.
 

Biografie degli esperti
 

Prof.ssa Vittoria Coen. Critica d'arte contemporanea, docente di Metodologia e tecniche del contemporaneo all'Università di Verona e consulente per la nostra Università per il settore Arti Visive ha diretto la Galleria Civica d'Arte di Trento. Già direttore artistico delle collezioni d'arte della Fondazione Carisbo, organizza interessanti rassegne d'arte in Italia ed all'estero pubblicando volumi importanti. E' direttore editoriale della rivista on line "Artincontro".
 

Prof. Daniele Benati. Insegna storia dell'arte moderna all' Università di Bologna, dopo aver insegnato nelle Università di Udine e Chieti. E' autore di numerose pubblicazioni sull'arte in Emilia e in Romagna in epoca medievale, rinascimentale e barocca. Ha pubblicato monografie su Jacopo Avanzi, Angelo e Bartolomeo degli Erri e numerosi volumi di grande successo tra cui uno sulla natura morta. Ha curato molte mostre tra cui una dedicata ad Alessandro Tiarini, a Guido Cagnacci, a Melozzo da Forlì, per citarne solo alcune. E' presidente della sezione bolognese "Italia Nostra".
 

Prof.ssa Nicoletta Barberini. Ha insegnato lettere all'Istituto Aldini Valeriani. È esperta in maioliche antiche bolognesi: nel 1994 ha pubblicato il volume sulle maioliche di Minghetti e nel 1996 sulle terraglie di Aldrovandi. Dal 1998 collabora con "il Resto del Carlino" per argomenti di arte e cultura: in particolare ha curato la rubrica "Piccolo Mondo Antico" da cui sono stati tratti due volumi. Ha organizzato mostre di argenti, maioliche, bastoni, ed una su Maria Callas. Scrive anche per la rivista on line "Artincontro", e per "Faenza", edita dal Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza.
 

Prof. Giancarlo Roversi. Giornalista professionista, docente e scrittore. Nel '68 è nominato ispettore onorario della Soprintendenza ai Beni architettonici dell'Emilia Romagna, incarico che tuttora ricopre. Nel '77-78 è direttore dell'Archiginnasio. Ha ricevuto tantissimi incarichi a Bologna e ha anche curato mostre ed eventi a carattere culturale, enogastronomico e turistico in molte città italiane. Ha dato alle stampe più di 200 volumi su temi storici, artistici e di costume. Dirige anche delle riviste di questo settore.
 

Prof. Fabio Massaccesi. Ha conseguito il dottorato di ricerca all'Università di Bologna con una tesi su Jacopo di Paolo nella pittura bolognese tra il XIV e XV secolo. Autore di saggi sulla pittura emiliana e romagnola del '300 e primo '400 nel 2004 è stato "Visiting Accademic" nel Dipartimento di Storia dell'Arte di Warwich (U. C.). Nel 2011 ha pubblicato il libro "Francesco Arcangeli nell'Officina bolognese di Longhi. La tesi su Jacopo di Paolo"
 

Prof. Giampiero Cuppini. Già prof ordinario di Architettura Pianificazione culturale all'Università di Bo, è autore di varie opere sull'architettura bolognese, nonché di numerose pubblicazioni scientifiche su storia dell'archit urbana. Libero professionista, ha restaurato, tra gli altri il Palazzo della Mercanzia. E' stato consulente scientifico del progetto TRIXS per Ravenna e consulente nel 2011-12 per la società Nomisma. Dopo il terremoto in Emilia del 2012 segue il restauro ed il recupero di alcuni palazzi del 500' e 600' della zona.
 

Ingresso libero - Info: Segreteria Confcommercio Ascom, tel. 0516487520
 
 
Scarica il file allegato con il programma degli incontri

 

 
 

Società servizi